Quantcast
Sport

Empoli-Sampdoria: i blucerchiati tra esordi e la preoccupazione per Palombo

Genova. Dopo la scorpacciata di gol conto il Gubbio, la Sampdoria deve aspettare ancora due giorni prima di misurarsi fuori casa proprio contro quell’Empoli che meno di un mese fa la escluse dalla Coppa Italia.
Stiamo parlando di una Sampdoria diversa, ora. Più cattiva e più consapevole. Che con l’indigestione di domenica scorsa si è scrollata da dosso un po’ di polvere e di fastidio. Una Sampdoria che ha più qualità, con Gianluca Atzori che ha ricevuto in dono due preziosi doni da far giocare dietro le punte: il bravo Bentivoglio (ottima la sua prova contro il Gubbio) e il fuoriclasse per la serie B Pasquale Foggia (sicuro il suo esordio lunedì sera).

L’altro esordio di caratura è quello di Sergio Romero, tornata dalla trasferta con la nazionale argentina. Una sicurezza in più, per quanto Costa non avesse sfigurato nelle prime due uscite.

Dubbi invece per il capitano Angelo Palombo, dopo che giovedì ha terminato anzitempo l’allenamento. Trauma distorsivo alla caviglia destra. Nulla di insopportabile o grave, ma sicuramente difficile da assorbire e delicato da trattare. Sicuramente sarà convocato, al 50% le probilità che giochi.

Nel frattempo ieri sera il Padova ha battuto il Bari, prendendosi così momentaneamente la testa della classifica, ma dimostrando sicuramente che quest’anno è una delle squadre da battere per le pretendenti alla serie A.