Quantcast
Cronaca

Domani al via il Festival dell’Acqua

Genova. Il Festival dell’Acqua dopo tanti tormenti, critiche ma anche dopo aver ricevuto il plauso e l’appoggio di molti, domani comincerà con il ‘chiosco dell’ acquà in piazza Caricamento a Genova, nella zona del Porto Antico, e si svolgerà fino al fino al 10 settembre. Il Festival è promosso da Federutility e mira a discutere di questo bene comune sotto diversi aspetti, economici, culturali, religiosi e filosofici.

Genova approfitta dell’occasione, che vedrà nel capoluogo tra gli altri i filosofi Giorello e Severino e il procuratore antimafia Grasso, per dotarsi di “fontane del III millennio” come quella di domani. Si tratta di strutture a elevato contenuto tecnologico in grado di erogare acqua fredda (refrigerata) e frizzante grazie all’aggiunta in loco di anidride carbonica. Un servizio che ha anche l’obiettivo di ridurre l’uso di bottiglie di plastica.

L’acqua erogata è gratuita se si sceglie un bicchiere a temperatura ambiente, mentre costa 5 centesimi per prenderne mezzo litro fredda o gassata fredda. Nel programma del Festival è previsto che una di queste fontane sia temporaneamente collocata all’entrata di Palazzo Ducale, cuore della manifestazione, a beneficio dei visitatori. Sempre domani pomeriggio, nella zona Galata del Porto Antico, verrà invece collocata una tipica fontana pubblica dell’Acquedotto Pugliese per ricordare il fondamentale ruolo che ebbe il mondo industriale genovese nello sviluppo dello stesso acquedotto, il più grande d’Europa, nato all’inizio del secolo scorso.