Quantcast
Cronaca

Davide Rossi (Lega): “Pronto a raccogliere firme per un Cie”

Genova. “Sei dei sette arrestati per la rissa sul bus a Sampierdarena di una settimana fa  tra bande, “pandillas”, rivali sono già fuori di prigione, in quanto indagati a piede libero,tradotto, sono liberi di poter girare per la città e fare risse ambulanti di derubare o uccidere”. Così Davide Rossi, Capogruppo Municipio Centro Ovest Lega Nord Liguria, commenta i recenti fatti di cronaca avvenuti a Genova.

“Provo un senso di disorientamento verso questa scelta giudiziaria in un momento di così estrema insicurezza che Genova sta vivendo anche a causa dell’ indecisionismo di questa Sindaco – continua – La città necessitava e necessita di un segnale forte e di fermezza, quanto meno dagli organi giudicanti. Questa scelta incomprensibile palesa lo stato di impotenza che vivono le forze dell’ ordine nel ritrovarsi in giro, chi poche ore prima hanno arrestato per un reato grave come quello della rissa tra latinos, situazione che ormai è quotidiana; e la frustrazione dei cittadini che si sentono insicuri, non tutelati, nè tantomeno appagati da una giustizia sempre meno giusta, che spende denaro pubblico intercettando gossip e lustrini mettendo fuori i delinquenti”.
“Sono pronto a raccogliere le firme a Sampierdarena oggi più che mai per la creazione di un Cie, che in questo momento storico sarebbe importantissimo – conclude – sia come segnale ai cittadini di vicinanza e comprensione che ai delinquenti, che le istituzioni ci sono  e stanno al fianco della propria gente, senza paraocchi ideologici, perchè chi sbaglia anche nel giudicare paghi davvero insieme a chi fa rissa su un mezzo pubblico o chi uccide per una catenina”.

Più informazioni