Quantcast
Politica

Da Mirabello a Genova: il congresso di Fli per ricominciare sul territorio

Genova. Il discorso di Gianfranco Fini di ieri a Mirabello, a distanza di un anno dall’uscita del Pdl, sembra essere stato apprezzato dalla base. Ancora di più da quella ligure. Certo c’era chi si aspettava le dimissioni, ma in sé la consacrazione di Fli in movimento è una scelta che è stata apprezzata.

Erano oltre 300 i liguri a Mirabello, guidati da Enrico Nan che ha incontrato e discusso con gli altri leader nazionali, confrontandosi sia con Italo Bocchino sia con lo stesso Gianfranco Fini.

Genova è in fermento, Fli ha anticipato gli avversari scegliendo da tempo Enrico Musso come candidato per le amministrative. A ottobre ci sarà il congresso, occassione – come recita un comunicato di Fli – “stabilire le linee programmatiche e le regole precise affinché non ci siano speculazioni demagogiche e propagandistiche”.

Il riferimento, ovvio, è alle polemiche di questi giorni agli “Inflitrados”, esponenti già usciti da Fli e che avrebbero potuto contestare la sua guida a Mirabello.
E’ invece filato tutto liscio. Ma ora Fli, dopo aver perso lo smalto e lo slancio dell’anno passato, deve cominciare a lavorare con lena e soprattutto a Genova sfruttare quel vantaggio acquisito sulla scelta del candidato già effettuata.