Quantcast

Congresso mondiale Amici dei Musei, Borzani: “Genova grande polo di attrazione”

Genova. Con la quattordicesima edizione del Congresso Amici dei Musei, Genova si conferma grande polo di attrazione museale. “Viviamo in un Paese che ritiene il museo un qualcosa di archeologico e non fruibile nella vita economica – commenta Luca Borzani, presidente Fondazione Palazzo Ducale – ma ci sono invece altre realtà che ritengono la conservazione e la manutenzione del patrimonio una condizione importante di sviluppo. E putroppo in tempi di crisi anche le discussioni culturali rimandano a una riflessione sul presente non sempre positiva”.

Quanto a Genova, la città dal punto di vista museale ha soprattutto un elemento forte: la funzione innovativa avuta nell’immediato dopoguerra dall’Archittetto Albini, pensando ai principali musei di Strada Nuova segnati da una concezione viva del museo e diversa modalità di funzione tra spazio e opera. “Nel 2004 i musei sono cambiati molto fino ad arrivare a numeri importanti. Non siamo ancora ai livelli del Louvre, o degli Uffizi – ha concluso Borzani – ma dietro hanno un percorso culturale importante che è anche la base per la scelta del congresso a Genova”.