Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Carasco, sopralluogo della Provincia al cantiere per la variante di Settembrin

Carasco. Sopralluogo della Provincia di Genova ai lavori per l’attesa variante di Settembrin che libererà l’imbocco della provinciale 26 della Val Graveglia da un chilometro di pesantissime strozzature.

Lunedì 19 settembre alle 10 visiteranno il cantiere la commissione consiliare lavori pubblici e viabilità presieduta da Massimo Ferrante e l’assessore Piero Fossati con lo staff tecnico della Provincia. Il primo tratto della variante di Settembrin correrà sulla sponda destra del Graveglia, poi attraverserà il torrente con un ponte in acciaio ad archi – gemello di quello già installato a Santa Lucia – percorrerà per circa cinquecento metri la sponda destra, sopraelevata di tre metri e mezzo rispetto alla zona dell’argine per garantire il
flusso del corso d’acqua anche durante le piene cinquantennali, e poi riattraverserà il Graveglia su un altro ponte uguale (con struttura d’acciaio, archi portanti e sette metri di carreggiata – 3,5 per senso di marcia – oltre ai marciapiedi) per ricollegarsi al tracciato attuale della provinciale.

L’opera è cofinanziata dalla Regione con 6 milioni di euro, con 1,750 milioni dalla Provincia che ne ha curato anche progetti, appalti e direzione lavori, dal Ministero dell’Economia con 1,050 milioni e per 200.000 euro complessivi dai Comuni ed ex Comunità Montane della vallata. I lavori avviati per il terzo lotto ammontano a 6,749 milioni di euro e seguono la realizzazione del nuovo ponte di Santa Lucia e della rotatoria iniziale che sarà poi rimodulata per l’innesto definitivo del nuovo svincolo.