Quantcast
Cronaca

Beccato mentre sfreccia sulla A26: alla Polstrada mostra patente del padre malato di Alzheimer

Finale. Pensava di farla franca anche questa volta ma è stato smascherato dalla polizia stradale di Finale che lo ha denunciato per false dichiarazioni a pubblico ufficiale. E’ successo ad un rappresentante residente a Pietra Ligure, Mirko S., 45 anni, che da un po’ di tempo aveva architettato uno stratagemma per evitare ritorsioni sulla decurtazione di punti alla patente.

L’episodio risale al 9 aprile scorso quando l’uomo viene multato per eccesso di velocità sull’A26. Al momento della notifica della contravvenzione dichiara che alla guida non c’era lui ma bensì il padre, allegando ai documenti richiesti la patente del genitore. Dopo una verifica gli agenti però fanno due scoperte: la patente di guida è scaduta da oltre un anno e il padre è ricoverato da tempo in una casa di riposo in quanto soffre di disturbi relativi all’alzheimer.

L’uomo è stato così denunciato, multato per 159 euro e la polizia sta approfondendo altri episodi sospetti risalenti ad alcune multe in provincia di Imperia. Il rappresentante si sarebbe giustificato dicendo che in questo modo evitava che dalla propria patente gli venissero decurtati i punti per eccesso di velocità. Un escamotage che però lascia l’amaro in bocca, fatto alle spalle di un genitore di 80 anni che ormai da tempo non riconosce più nemmeno se stesso.

Più informazioni