Quantcast

A Genova un nuovo modo di fare la spesa: apre Met, Manifattura Etica

Genova. Locale, ecologica e solidale. E’ questo il nuovo modo di fare la spesa proposto da Met- Manifattura Etica, l’emporio etico di FAIR che aprirà il prossimo 24 settembre a Sestri Ponente, negli ex locali della Manifattura Tabacchi (Via Giacomo Soliman 7).

Un progetto che prende il via “dopo un lungo periodo di gestazione”, spiegano gli organizzatori, e ha tra i suoi obiettivi principali quello di “promuovere una cultura d’impresa rispettosa dell’ambiente, fornendo a cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni, prodotti a minor costo ambientale”, “operare per il contenimento dei prezzi attraverso la selezione di prodotti ad alto valore d’uso e a bassa incidenza di costi di packaging, pubblicità, distribuzione” e “favorire lo sviluppo locale e l’occupazione attraverso la valorizzazione di realtà produttive del territorio, valorizzando anche le qualità sociali dei produttori”.

Tra i prodotti alimentari proposti ci sono paste e farine, vini biologici, confetture del mercato equosolidale, dolci tipici liguri, miele biologico e tanto altro. I detergenti e i detersivi sono ecologici, tutti con formulazioni semplici, studiate per essere sicure per l’uomo e per l’ambiente; asciugamani, accappatoi, lenzuola, guanciali, copriletti e trapunte sono in cotone biologico, con componenti in lino grezzo e lana.

E poi c’è il reparto l’abbigliamento, con calze in filati naturali, giacche, gonne, cappotti, sciarpe, ideati e creati artigianalmente da un piccolo laboratorio familiare di modiste lombarde e diversi prodotti rivolti alla cura della persona, tra cui saponi e saponette prodotti da una storica azienda genovese, seguendo antichi procedimenti artigianali e impiegando materie prime 100% vegetali e biodegradabili.

Un progetto che segue insomma “un innovativo modello di distribuzione di beni di prima necessità, dove acquistare prodotti di elevata qualità, realizzati con materie prime sane e con tecniche ecologiche, selezionati in base alle caratteristiche sociali ed ambientali dei produttori”. Ma anche un luogo d’incontro tra esperienze virtuose di economia ecologica e stili di vita sostenibili, fortemente orientato al territorio e alle comunità. E’ uno spazio economico e sociale, una presenza bilanciata di beni e di momenti relazionali grazie ad un contesto immaginato per favorire l’incontro e la conoscenza”.

Si tratta dunque di un progetto innnovativo come ce ne sono pochi in giro e anche l’edificio storico ottocentesco scelto per ospitarne è significativo, visto che fu sede di una fabbrica importante per l’economia sestrese, le cui lavoratrici hanno avuto un ruolo di primo piano nelle prime lotte antifasciste in Italia.

La festa di inaugurazione sarà fatta di “parole, musica e incontri e aperitivo a km0”, a cui parteciperanno tra gli altri Francuccio Gesualdi, coordinatore del Centro Nuovo Modello di Sviluppo di Vecchiano (PI) e la Filarmonica Sestrese.

Info: http://www.manifatturaetica.it/

Più informazioni