Quantcast
Cronaca

Violenza in carcere, Osapp: “Ministero incapace di impedire le aggressioni”

Genova. Dopo le violente aggressioni avvenute ultimamente nel carcere di Marassi, già denunciate da Uilpa Penitenziari e Sappe, oggi arriva forte la denuncia dell’organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziari (Osapp).

“E’ probabile che nell’amministrazione penitenziaria centrale qualcuno non sappia che pesci prendere sul problema delle aggressioni di poliziotti penitenziari in carcere”. E’ la dura presa di posizione di Leo Beneduci, segretario generale dell’organizzazione.

“A Torino come a Civitavecchia sono sempre gli stessi detenuti – aggiunge – che aggrediscono gli agenti e, spesso, negli istituti penitenziari non si agisce in alcun modo dal punto di vista disciplinare”. Gli appelli al ministero e al Dap “non sono valsi a nulla”, sostiene il segretario nazionale dell’Osapp, che li accusa di “assenza di progettualità”.

Per questo motivo, il sindacato annuncia da settembre “una serie di manifestazioni nazionali di protesta per rivendicare la dignità e il ruolo – conclude Beneduci – delle donne e degli uomini del Corpo tra le forze di polizia dello Stato”.