Quantcast
Cronaca

Unioncamere, 720mila imprese guidate da imprenditori under 35

imprese

Sono 720mila le ‘imprese giovanili’, ossia guidate da un under 35, concentrate soprattutto nei settori più tradizionali. Al 31 dicembre del 2010, infatti, i settori a più elevata concentrazione di imprese giovanili sono quelle dei servizi alle persone (16,2% del totale delle imprese del settore), delle costruzioni (15,9%) e dell’alloggio e ristorazione (15,2%). In media, l’universo delle imprese ‘under 35′ rappresenta l’11,8% di tutte le imprese, per la precisione 723.531 unità su 6.109.217 complessivamente esistenti in Italia.

I dati sono stati resi noti dal segretario generale di Unioncamere, Claudio Gagliardi, oggi a Rimini nel corso del convegno sul ‘Sistema Paese’, svoltosi nell’ambito del Meeting 2011. “In termini assoluti, però -ha fatto rilevare Gagliardi- il settore che attrae maggiormente i giovani capitani d’impresa è quello del Commercio, dove si contano quasi 200mila imprese pari al 27,6% del totale di aziende ‘under 35’, subito seguito dalle costruzioni (144mila unità, 1,19,9%) e, a distanza, dall’agricoltura (65mila imprese, pari al 9% di tutte quelle guidate da giovani).

Dal punto di vista geografico è Roma (con 44.166 imprese) la provincia che fa segnare il maggior numero di iniziative imprenditoriali giovanili, seguita da vicino da Napoli (40.874) e, più da lontano, da Milano (29.753).

Oltre al capoluogo partenopeo, nella classifica delle prime 10 province italiane con il maggior numero di imprese giovanili, si scoprono ben 6 province del Mezzogiorno.

Più informazioni