Quantcast

Turismo e degrado: ad Arenzano scoppia la polemica

arenzano

Arenzano. “Spiagge trasformate in accampamenti, sporcizia, pessima gestione del parco comunale, del verde e dell’arredo urbano”. In piena stagione estiva, dalla Lega Nord di Arenzano si alza un duro j’accuse sullo stato di “incuria e degrado in cui versa il Comune”.

“Ho sempre ritenuto di essere fortunato a vivere in una realtà come la nostra e che a denunciare tali situazioni non si sarebbe fatto un buon servizio ad un paese con vocazione turistica – spiega il capogruppo del Carroccio in consiglio comunale, Paolo Cenedesi – A questo punto però la situazione è insostenibile e sono gli stessi albergatori, ristoratori e commercianti a chiederci di intervenire. Ci auguriamo tra pochi mesi di essere noi ad amministrare, sicuramente su questo fronte tante cose cambieranno in meglio”. La Lega Nord preannuncia altre iniziative: “Avremmo particolare attenzione per far sì che Arenzano continui ad essere un Comune con una elevata qualità della vita per i residenti ed in grado di ospitare i turisti in modo dignitoso”.

Altrettanto dura la controreplica del consigliere comunale Sel, Matteo Rossi: “La Lega farebbe meglio a preoccuparsi del degrado generale in cui versa il Paese, quanto ad Arenzano l’incuria di cui parla Cenedesi non la vedo, turisti e cittadini continuano a scegliere il nostro mare pulito e la nostra cittadina. Se venissero meno visitatori certamente avremmo meno pulizia da fare, ma anche meno turismo e gudagni per le attività economiche. Tutto è perfettibile – prosegue il consigliere di maggioranza – e c’è sempre da fare i conti con l’inciviltà di chi sporca e non pulisce, a tal proposito è al vaglio l’ipotesi di un turno di pulizia spiagge anche alla sera, a partire dall’anno prossimo”.

Ventimila euro è la somma messa a disposizione quest’estate dal Comune per le spiagge, con l’aggiunta di due vigili ausiliari per il servizio di controllo territorio. “Se poi la Lega al Governo da quattro anni avesse allentato il patto di stabilità per i Comuni virtuosi come promesso – conclude Rossi – avremmo potuto iniziare molto prima i lavori per il ripascimento spiagge e l’allungamento dei moli, che invece potranno essere avviati solo a novembre”.