Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Terzo valico, Paita: “Genova può diventare il cuore economico del nord”

Genova. Terzo valico sì. terzo valico no. Dopo che una querelle decennale sembrava stesse svoltando con il definitivo accordo tra le parti e soprattutto con le adeguate risorse per far partire i cantieri, ieri l’ennesima doccia fredda: i soldi per il secondo lotto non ci sono.

Ne ha parlato questa mattina Raffaella Paita, assessore regionale allo sviluppo economico: “Noi riteniamo che debba essere fatta chiarezza sul Cipe di ieri, noi aspettavamo ci fosse un ulteriore finanziamento sul terzo valico, tale da garantire anche il finanziamento per il secondo lotto, così non è stato. Oggi il ministro dichiara che vuole recuperare la situazione”.
Di nuovo, dunque, ad aspettare ulteriori via libera. “Una cosa è chiara – dice l’assessore Piata – questa vicenda ha avuto un trascorso lunghissimo, siamo vicinissimi a un risultato importante, perché le parti si sono incontrate e in presenza di determinate garanzie, un accordo per avvaire i lavori già c’è già. E’ un’opera attesissima perché noi siamo un’economia che può attivare il suo sviluppo attraverso i porti, anche la Svizzera ci ha sollecitato a essere più rapidi e tempestivi nella realizzazione di questa opera”.

Eppure, continuano a proporsi e imporsi ostacoli. “Ora non possiamo perdere ulteriore tempo, perché aprire i cantieri del Terzo valico e unirli e collegarli al tema del raddoppio di ponente, significa aprire delle prospettive inedite e fare diventare Genova il cuore economico del nord”.

In questo agosto partito con le molte proteste dei lavoratori, si è ancora appesi a questo sortilego del terzo valico sì, terzo valico no. Terzo valico forse.