Quantcast
Cronaca

Taglio treni, Vesco: “Nessuna sorpresa, Zarino dovrebbe stare più attenta alle riunioni”

vesco

Regione. “Stupisce la polemica del portavoce del coordinamento dei pendolari, Sonia Zarino che in questi giorni ha parlato di sorpresa per l’ennesima sforbiciata ai treni pendolari”. E’ la risposta dell’assessore regionale ai Trasporti Enrico Vesco alla domanda retorica di Zarino sull’utilità dello snodo alla luce dei nuovi tagli in materia ferroviaria.

“Nessuna sorpresa – fa sapere Vesco- il taglio di 12 treni metropolitani era già stato preannunciato, così come l’eliminazione di due treni da e per Milano. Forse la portavoce del ordinamento dovrebbe prestare più attenzione nel corso delle riunioni”. L’assessore regionale attacca poi anche il metodo. “Si tratta di una polemica pretestuosa – dice Vesco – Zarino non può dire che non sapeva dell’eliminazione dei 12 treni metropolitani, dopo che nel corso della riunione a cui lei stessa ha partecipato era stato chiaramente esplicitato che il piano di riduzioni è la conseguenza del mancato arrivo dei 50 milioni di euro dal Governo per il trasporto pubblico locale. Senza quelle risorse Zarino sa bene che non si è nella condizione di mantenere il servizio inalterato”.

“L’unica condizione – conclude Vesco – che era stata posta per ripristinare il servizio era l’arrivo dallo Stato di 50 milioni di risorse aggiuntive, di cui, ad oggi, non si sa nulla”.