Quantcast
Cronaca

Spostamento mercato di Marassi, al via la manifestazione degli ambulanti

Marassi. Diventa sempre più vicina l’ipotesi di spostamento del mercato di Marassi e per questo motivo, stamane, gli ambulanti scenderanno in piazza per protestare e bloccheranno il traffico in corso De Stefanis e via Del Piano. “E’ da 20 anni che cercano di spostarci, ma senza mai riuscirci e non ci riusciranno neppure questa volta – spiega Giuseppe Occhiuto coordinatore della presidenza Aval – stranamente, tutte le volte che ci si avvicina alla campagna elettorale, si incomincia a paventare questa ipotesi di spostamento. Questa volta il pretesto è la sicurezza durante lo svolgimento delle partite della Sampdoria, che gioca in Serie B e quindi il sabato”.

Secondo gli ambulanti, però, si tratterebbe di una scusa senza senso. “Vorrebbero spostare solo i banchi posti sulla sinistra di via Tortosa e non quelli sulla destra, quindi che risoluzione del problema sarebbe? – continua Occhiuto – se fosse davvero una questiona legata alla sicurezza, allora dovrebbero spostarli tutti, altrimenti non avrebbe alcun senso. In realtà il problema è solo legato alle esigenze di Sky e ai diritti televisivi”.

Il coordinatore di Aval prosegue spigando che lo spostamento del mercato rappresenterebbe la penalizzazione dell’economia di tutto il quartiere di Marassi, che proprio dal mercato trae la sua principale fonte di guadagno. Un mercato su cui gravitano fra le 50 mila e le 60 mila persone.

“Il mercato di via Tortosa – spiega Occhiuto – riveste un ruolo molto importante, essendo anche il secondo mercato, dopo quello di piazza Palermo, più grande e conosciuto. Se ci spostassimo non sarebbe più la stessa cosa. Le persone avrebbero difficoltà a ritrovare i banchi che abitualmente frequentano, quindi sarebbe uno scompenso enorme sia per noi che per la clientela”.

Quello che fa più arrabbiare gli ambulanti è che: “Le persone che abbiamo votato, e che adesso sono in Comune, dovrebbero pensare al bene dei propri cittadini e delle fasce deboli e non a quello di un colosso milionario come Sky – conclude Occhiuto – Invece di spostare il mercato, quindi, pensino a fare in modo di spostare la partita di qualche ora. Noi, comunque, lotteremo con tutti i mezzi a disposizione e se sarà il caso, come abbiamo già fatto per le Blu Area, ci rivolgeremo a un avvocato”.