Quantcast
Cronaca

Sicurezza stradale, controlli a tappeto nel levante: giovani genovesi sobri e prudenti

etilometro controlli

Genova. In tempi di riti shock tra i teenager come il binge drinking, o l’ultima drammatica moda del drunkoressia, astinenza dal cibo per permettersi l’abbuffata alcolica della sera, dalle strade genovesi arriva invece una buona notizia. Nel week end più afoso dell’estate, con il controesodo alle porte, tra sabato e domenica il Nucleo Radiomobile dei Carabinieri ha effettuato controlli a tappeto in materia di sicurezza stradale.

Dall’attività di prevenzione è emerso un dato positivo: i ragazzi sottoposti all’etilometro nella fascia ritenuta più a rischio, quella dalle 2 alle 4 del mattino, sono risultati quasi tutti negativi al test. “I servizi di controllo effettuati nel levante cittadino hanno dimostrato da parte dei giovani una discreta sobrietà – spiega il capitano Filippo Dimitri, comandante del Nucleo Radiomobile – su trenta fermati tra le strade di Sturla, Albaro, Nervi, con blocchi anche in Corso Italia e Marassi, solo due giovani sono risultati positivi all’alcol test”.

Il caso più grave riguarda un ragazzo di origini ecuadoriane di 31 anni, che nel sangue aveva un tasso alcolemico pari a 1,79, una percentuale molto oltre il consentito. “Per lui è scattata la denuncia e il sequestro del mezzo, e ora rischia due anni di carcere”. Anche un genovese di 35 anni è stato fermato e denunciato dopo la prova del palloncino: il suo tasso alcolemico era di 1,5.

“In generale però – conclude il capitano Dimitri – la maggioranza dei ragazzi ha confermato una guida corretta, mettendo al volante chi non aveva bevuto o chi è astemio, così come promosso dalle campagne di prevenzione di sicurezza stradale”.