Quantcast
Cronaca

Sbarco profughi: 41 a Genova, ma tra una settimana andranno a Spezia

Genova. Agg. h. 11.20. Si è concluso intorno alle 11.15 lo sbarco dei 381 profughi arrivati nel porto di Voltri a bordo del traghetto Moby Fantasy. Le 41 persone che rimarranno a Genova per una settimana, prima di essere trasferite presso la struttura di Spezia, sono state accompagnate in via delle Fontane a bordo di 4 mezzi della Croce Rossa.

Sono 381 in totale i profughi arrivati a bordo della nave Moby Fantasy nel porto di Voltri. Lo sbarco, iniziato intorno alle 8 di questa mattina, sta procedendo regolarmente e diversi pullman carichi di persone sono già partiti verso le altre destinazioni del nord Italia. Due profughi si sono sentiti male appena scesi a terra, ma sono subito stati assistiti dalla Croce Rossa e dai volontari del 118 e ricoverati per accertamenti.

A Genova rimarranno 41 immigrati, che saranno ospitati presso la struttura di via delle Fontane, ma solo provvisioriamente. Tra una settimana, infatti, verranno trasferiti a Spezia, dove sono quasi conclusi i lavori di risistemazione di una struttura della Asl, messa a disposizione dal Comune.

Con questo sbarco ammonta a 547 il numero di immigrati presenti in Liguria, che quindi dovrebbe aver raggiunto il quantitativo regionale previsto dal piano di accoglienza su un totale di 20 mila profughi spalmati su tutto il territorio nazionale.

Vista la situazione, però, non sono esclusi ulteriori sbarchi nelle prossime settimane e a questo punto, quindi, diventa più che mai importante il contributo di tutti. Non a caso, ormai da mesi, l’assessore regionale Lorena Rambaudi, sta facendo appello a tutti i comuni, chiedendo loro di rendersi disponibili.

Tornando allo sbarco di questa mattina, rispetto ad altri, ha registrato una maggiore presenza di bambini, circa una ventina in totale, anche se in Liguria rimarranno quasi esclusivamente persone adulte. L’accoglienza di minori, infatti, è molto più delicata e quindi vengono distribuiti in maniera equilibrata nelle varie regioni del nord.