Quantcast
Politica

Regione, Scialfa (Idv): dal gioco d’azzardo deve arrivare ciò che spetta all’erario

nicolò scialfa

Genova. Forse il primo allarme lo aveva lanciato il presidente del Municipio Centro Ovest Franco Marenco, individuando nella proliferazione di esercizi commerciali destinati al gioco con slot machine un possibile deterioramento del tessuto sociale cittadino.

La mozione proposta da Nicolò Scialfa (Idv) sul contenzioso che unisce la Corte dei Conti alle società concessionarie di slot machine, non riprende i temi legati all’ordine pubblico, ma bensì al fisco e all’erario.

La mozione approvata all’unanimità impegna il presidente della Giunta regionale, Claudio Burlando, ad intraprendere “ogni azione ritenuta più utile e necessaria e a rappresentare presso il Governo le istanze dei cittadini”.

Scialfa, illustrando la mozione, ha ricordato che si tratta di 98 miliardi di euro. “Condividiamo il testo della mozione – ha detto il presidente della Giunta Claudio Burlando – il danno causato è grave. Può darsi che la cifra diffusa non sia quella giusta e che sia anche più contenuta, ma sembra strano che in un paese economicamente in difficoltà non ci sia una volontà più forte di esigere queste somme dovute”.

L’obiettivo è di agire “in attesa della sentenza della Corte dei Conti, per vigilare sulle società concessionarie e mettere a punto dei sistemi di controllo”.