Quantcast

Regione, protesta sanità privata: schiarite in arrivo

Regione. La protesta dei lavoratori del comparto socio-sanitario privato ha portato a una interruzione dei lavori del consiglio regionale per consentire ai sindacati di parlare con gli assessori Lorena Rambaudi e Pippo Rossetti. “Un’assemblea molto partecipata perché è importante che anche il comparto socio-sanitario privato abbia la sua visibilità – dichiara Rambaudi – tutti gli argomento sollevati da lavoratori e sindacati sono condivisibili, infatti la nostra disponibilità nel convocare un tavolo di lavoro c’era già subito ed è tuttora confermata”.

“Credo che l’attuale delibera sia migliorativa rispetto alla precedente, ma è comunque un punto di partenza perché tutto ciò che andrà migliorato sarà argomento della nostra agenda dopo la pausa estiva”, dice l’assessore Rambaudi. E sulla richiesta dell’opposizione di far ritornare la delibera in commissione, precisa: “Si tratta di un provvedimento di giunta e quindi non deve rispondere al passaggio in consiglio, comunque non ho problemi ad andare in commissione per ascoltare i suggerimenti di tutti, visto la complessità dell’argomento”.

Proprio il capogruppo del Pdl, Matteo Rosso, aveva richiesto il passaggio in commissione. “Su un tema così importante bisogna prestare particolare attenzione, per garantire a chi una struttura privata di lavorare bene e nello stesso tempo preoccuparsi della tutela dei pazienti – dichiara – abbiamo visto cosa è stato scoperto negli ultimi tempi. Persone che venivano trattate in maniera assurda e lo dico anche da medico. Propongo anche una commissione di inchiesta per verificare le condizioni, anche con visite a sorpresa, in cui vengono trattati i malati in certe strutture”.

“Le richieste dei lavoratori sono più che legittime – conclude Rosso – dobbiamo impegnarci per fare in modo di agevolare lavoratori e pazienti”.