Quantcast
Altre news

Reddy è rimasto solo: la sua amica 90enne deve ricoverarsi e non può portarlo con sé

gatto reddy

Genova. Reddy è stato il compagno di vita e gioia della sua amica, ma la sua amica sta molto male, vive sola, con lui, ma il tempo non perdona. E’ ultranovantenne e deve andare in un ricovero e con urgenza. Non ha nessuno di cui fidarsi e quindi ha chiamato l’Enpa per salvare Reddy.

“Non ha più molto tempo e con le lacrime agli occhi ci dice che per lei è tutta la sua famiglia, che è come un figlio, anzi di più. Noi non abbiamo un gattile, ma solo un posto dove ricoveriamo gatti liberi che dopo le cure vengono rimessi in libertà, il posto è di certo carino, ci sono delle signore che si occupano con tanto  amore di loro, ma sentito il pianto accorato della signora come potevamo dirle di no? – spiegano dall’Enpa – Provvisoriamente lo abbiamo ricoverato in Animal Assistance, dobbiamo verificare il suo stato, che sembra ottimo, mangia come un lupetto, anzi come un tigrotto ed è di una dolcezza struggente”.

“Lo stato e le città devono assolutamente diventare più civili perché come si possono dividere due individui che hanno vissuto insieme per anni, come possiamo pensare che sia l’anziana signora che il gatto così crudelmente separati stiano bene? Questa signora adesso per cosa vivrà? – dicono ancora dall’Enpa – Come non dimenticarci e rimpiangere amaramente il dott. Slavich, lui psichiatra del nosocomio di Genova, che già trent’anni fa aveva instaurato la pet terapy con i suoi pazienti, che quindi potevano liberamente avere in reparto i mici”.

“Ora, che sembra quasi una moda, ci riempiamo la bocca di nuove cure con la pet terapy, facendo tanti bei discorsi ma poi, in verità la realtà è quella della Signora e di Reddy. Povere creature entrambe”, conclude l’Enpa.

Più informazioni