Quantcast

Lettera al direttore

Porto di Santa: “Dalla Regione i dovuti paletti”

santa margherita notte

Santa Margherita. Non si placa la polemica relativa all’ampliamento del porto di Santa Margherita.

Sulla vicenda è intervenuto con una lettera alla stampa anche Dario Savino, capitano di lungo corso: “La Regione Liguria recita il requiem del ciclopico progetto del porto di Santa Margherita Ligure cosi’ come proposto dalla societa’ Santa Benessere e Social”.

“Finalmente la Regione con la pubblicazione del PTC della costa mette i dovuti paletti a qualsiasi ambizione di modificare il porto di Santa Margherita Ligure”.

“Il PTC della costa dice che Il porto di Santa Margherita deve essere riorganizzato, e non trasformato, che al massimo si possono ricavare altri 100 posti per unita’ da 12 metri , che deve essere rispettato scrupolosamente il vincolo paesagistico.

Dice inoltre che tutte le attuali realta’ lavorative, concessionari degli ormeggi, pesca e diporto devono essere tutelati, che il numero di parcheggi e box deve essere ridotto per non incrementare il traffico veicolare gia’ problematico,
che la diga di sottoflutto gia’ precedentemente scartata puo’ essere realizzata solo dopo un attento studio idraulico che assicuri che le spiaggie di ghiaia appena rifatte non vengano alterate , che sul retro porto si puo’ procedere solo con
ripascimento della spiaggia non superiore a 20 metri e soprattutto che l’attuale allungamento della diga di sovraflutto ha gia’ messo in sicurezza il porto di Santa Margherita Ligure.

“Nella parte riguardante la zona del Covo e del nuovo depuratore concella il parcheggio e qualsiasi opera a mare, si propone un eventuale silos per ricoverare le barche in inverno raggiungibile solo via terra.
A queste condizioni il progetto presentato da Santa Benessere e Social e’ irricevibile dal Comune di Santa Margherita Ligure , ci aspettiamo che venga ritirato e che i soldi anticipati dal comune per la pubblicazione rimborsati”.