Quantcast
Cronaca

Nuovi profughi nell’ex ospedale di Busalla: è polemica

lorena rambaudi

Genova. Arriveranno oggi a Genova circa una quarantina di profughi provenienti dal centro di Manduria. Una parte di questi verrà collocata nell’ex ospedale di Busalla, struttura al centro di numerose polemiche negli scorsi mesi a causa dell’avvenuta chiusura, provvedimento che ha visto la strenua opposizione del sindaco Mario Valerio Pastorino, che non a caso ha indetto un consiglio straordinario per venerdì prossimo.

“Il sindaco di Busalla non vuole che quei locali vengano utilizzati ad altri scopi, ma io gli ho spiegato che l’assistenza dei profughi sarà un uso temporaneo, che quei locali sono vuoti e quindi abbiamo la necessità di utilizzarli, visto che sono di nostra proprietà – spiega l’assessore Lorena Rambaudi – gli arrivi di oggi andranno sul genovese, appunto, mentre quelli della prossima tornata saranno dirottati su Spezia, dove si stanno concludendo i lavori su una nostra struttura”.

“A livello nazionale ci stiamo avvicinando alla soglia dei 20 mila profughi e quindi in Liguria arriveremo a circa 600 persone da inserire nelle nostre strutture – conclude Rambaudi – attendiamo nuovi arrivi durante la prossima settimana”.

Intanto arriva il commento del consigliere regionale del Pdl Matteo Rosso che annuncia la presentazione di un interrogazione urgente e dichiara “questa è la politica sanitaria di Burlando, chiudere gli ospedali e riempirli di immigrati. La prossima sarà la volta dell’ospedale di Recco che è appena stato chiuso”.

L’esponente del Pdl conclude “una vergogna inaccettabile che devono subire i cittadini di Busalla che hanno dovuto sacrificare una struttura sul territorio, una struttura strategica per la loro salute”