Quantcast

Lavagna: recuperare 12 ettari di uliveti per la produzione dell’olio

olio

Lavagna. Recuperare una dozzina di ettari di uliveto alla produzione dell’olio. Questo l’obiettivo dell’assessorato all’agricoltura della Provincia che oggi ha firmato a Lavagna un protocollo d’intesa con i comuni di Carasco, Lavagna, Leivi, Ne e Pieve, l’unico del golfo paradiso, che segue quello appena concluso con i comuni della val Petronio.

Proprio il successo del progetto pilota del 2006, che ha consentito a Sestri Levante, Casarza Castiglione e Moneglia di recuperare alla coltivazione 12 ettari, è stato il miglior biglietto da visita per convincere altri comuni e, auspicano gli amministratori, altri proprietari – delle aree già individuate – ad aderire all’iniziativa.

Marina Dondero vicepresidente e assessore all’agricoltura, alla firma del nuovo protocollo ha dichiarato: “Dobbiamo essere orgogliosi del percorso cominciato nel 2006 in Val Petronio. Piedi ben saldi, come le radici dell’ulivo, volontà comune fra pubblico e privato hanno restituito nuovo valore all’oro giallo del nostro territorio”.

In effetti i 170.000 euro finanziati con denaro pubblico, a cui si è aggiunto un altro 10% di investimenti privati, hanno permesso di decespugliare 8 ettari, potare e diradare oltre 3.000 piante, mettere a produzione 1.500 ulivi e impiantarne altri 120.

Il nuovo progetto – che già a metà del prossimo mese partorirà il preliminare consentirà di cominciare i lavori in primavera – è affidato alla cooperativa Lavagnina come soggetto attuatore, così come gli olivicoltori sestresi hanno seguito e messo in pratica il progetto della Val Petronio.

Giuliano Vaccarezza, sindaco di Lavagna, ha sottolineato “la caratterizzazione e il valore aggiunto che l’ulivo dà al nostro territorio e che con progetti come questo si combatte l’abbandono offrendo un efficace presidio idrogeologico al territorio”. Inoltre i turisti, anche quest’estate, hanno dimostrato di apprezzare i mercatini “a km. 0” dove sono venduti i prodotti tipici e di qualità.

Alla firma del protocollo e alla divulgaione del progetto erano presenti anche i sindaci di Leivi, Vittorio Centanaro, di Pieve, Adolfo Olcese, il vicesindaco di Carasco, Alfredo Rivara, l’assessore all’agricoltura di Lavagna Dasso, i presidenti delle cooperative Lavagnina, Giancarlo Guasco, e olivicoltori sestresi, Nicola Gandolfo, e l’agronoma Paola Caffa.

Più informazioni