Quantcast
Cronaca

Genova, nullaosta con data sbagliata: giovane iraniana non può rivedere il marito

prefettura intera

Genova. Presenta la richiesta di nullaosta al ricongiungimento familiare, ma questo non viene accettato perché la data di nascita riportata sul documento è sbagliata per un errore di battitura. Una semplice svista potrebbe sembrare un errore di poco conto, ma non in questo caso perché proprio per questo motivo una studentessa universitaria e lavoratrice iraniana, regolarmente soggiornante in Italia, non ha potuto riabbracciare il marito.

L’ambasciata italiana di Teheran, infatti, ha rifiutato di rilasciare il visto d’ingresso al congiunto senza segnalare nulla alla Prefettura di Genova. Nella richiesta di nullaosta è stata inserita una di nascita errata, ovvero il 13 giugno 1981 invece del 13 maggio 1981, quest’ultima risultante dal passaporto dell’uomo.

La domanda era stata presentata nel febbraio scorso e il nullaosta della prefettura risale ad aprile. La giovane che, oltre all’arabo, parla solo inglese, ha tentato di risolvere la questione rivolgendosi all’ambasciata e alla prefettura, ma senza alcun risultato. Si è quindi rivolta all’avvocato Efren Rainero che ha subito preso contatto con l’ufficio immigrazione della Prefettura di Genova.

Un funzionario, riferisce il legale, gli ha detto che per correggere l’errore e inviare un nuovo nullaosta avrebbero bisogno che l’ambasciata italiana di Teheran segnalasse l’incongruenza ma finora non hanno avuto risposta. “A questo punto – ha affermato l’avvocato Rainero – presenteremo una nuova richiesta di nullaosta al ricongiungimento con il marito”.

Più informazioni