Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, bancarotta fraudolenta: famosi professionisti tra i 12 denunciati

Genova. I finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Genova, su delega della locale Procura della Repubblica, hanno alzato il velo su una serie di attività fraudolente, realizzate dagli amministratori di una società, successivamente fallita, operante nel settore commerciale delle macchine utensili, con il coinvolgimento di alcuni dei suoi partner commerciali.

Molteplici i reati contestati ai professionisti coinvolti, in particolare bancarotta fraudolenta patrimoniale per distrazione, per un valore complessivo di 1.750.000 euro; bancarotta fraudolenta impropria, per un valore di 2.385.000 euro; ricorso abusivo al credito, per un valore complessivo di 1.550.000 euro; falsificazione dei dati di bilancio per 2.385.000 euro.

Il sistema si basava su una rete di società in cui sistematiche falsificazioni dei libri contabili e continue iniezioni di “fittizie” liquidità facevano apparire le stesse in un’apparente situazione di equilibrio finanziario e permettevano l’abusivo ricorso al
credito presso le banche.

In pratica, dopo essere stata “sfruttata” la società capofila, nascondendone il reale stato di cronico dissesto, nell’imminenza della dichiarazione di fallimento divenuta inevitabile, i soggetti indagati, mediante contratti simulati, decidevano di dirottare le poche attività presenti su società di comodo ad esclusivo vantaggio degli stessi personaggi ma in danno di creditori, istituti di credito, soci e, in sostanza, in concorrenza sleale nel libero mercato.

Le ricerche investigative, durate due anni, hanno portato anche a denunciare il coinvolgimento di diversi professionisti, componenti dei collegi sindacali delle società interessate, alcuni operanti in Genova, notoriamente apprezzati, che sicuramente sapevano e nella migliore delle ipotesi tacevano.