Quantcast

Fingendosi agenti di multinazionali, ingannavano i gioiellieri: poi pagavano con assegni in bianco

assegno

Genova. Si presentavano nelle gioiellerie di Lombardia, Liguria e Piemonte per comprare ori e altri preziosi, dicendo di appartenere a famose multinazionali. Poi pagavano con assegni rubati e documenti falsi.

Agiva così un gruppo di delinquenti, tutti italiani: 4 uomini e una donna, con con un età compresa tra i 65 e i 77 anni. Il gruppo è stato arrestato dai carabinieri della seconda sezione del nucleo investigativo di Genova per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di truffe.

Il danno, riferiscono le forze dell’ordine, ammonterebbe a centinaia di migliaia di euro. Maggiori dettagli saranno forniti nel corso di una conferenza stampa presso il Comando Provinciale dei Carabinieri.