Quantcast
Cronaca

Emergenza profughi, Piredda (Idv): “A Busalla è scattata una gara di solidarietà”

maruska piredda

Busalla. “Da quanto ho appreso direttamente dai responsabili della onlus che opera al Frugone, gli abitanti di tutti i Comuni della zona si sono mobilitati e hanno raccolto capi di vestiario per i ragazzi che sono arrivati in Italia privi di effetti personali”. Così Maruska Piredda, consigliere regionale dell’Idv e presidente della commissione Pari opportunità sui profughi che da alcune settimane sono ospiti nella struttura dell’ex ospedale di Busalla, vicino a Genova.

“Da quanto ho appreso direttamente dai responsabili della onlus che opera al Frugone, gli abitanti di tutti i Comuni della zona si sono mobilitati e hanno raccolto capi di vestiario per i ragazzi che sono arrivati in Italia privi di effetti personali – spiega Piredda – Grazie alla collaborazione con il Comune di Busalla e alcune associazioni del territorio, i giovani immigrati daranno il proprio apporto nell’organizzazione di alcune sagre che si terranno a settembre. Inoltre, grazie alla disponibilità di un insegnante in pensione di Casella, a breve partiranno i corsi di italiano che sono stati fortemente richiesti dai giovani immigrati”.

Anche il Busalla Calcio, società che milita nel campionato di Eccellenza ligure, è, ed è proprio il caso di dirlo, sceso in campo. “I dirigenti – conferma Piredda – hanno raccolto molte scarpe che giovedì consegneranno ai ragazzi e hanno in progetto di organizzare con loro un evento sportivo”.

I profughi, di origini ghanese e nigeriana, resteranno a Busalla almeno fino al 31 dicembre. “I volontari che li assistono – rassicura Piredda – mi hanno confermato che la situazione all’interno della struttura è di assoluta tranquillità. L’accoglienza riservata dai cittadini di Busalla ai trenta profughi dimostra quanto la gente comune, libera dalle logiche di partito, sia disponibile all’integrazione e alla solidarietà”.