Quantcast
Politica

Costi della politica, Conti (Fds): “Nuova legge elettorale, trenta consiglieri e sei assessori”

giacomo conti

Genova. “Un sistema elettorale regionale simile a quello applicato ai Comuni, ma a turno unico, con il 60% dei seggi alla coalizione vincente”. È questa la proposta per una nuova legge elettorale formulata da Giacomo Conti, consigliere regionale Federazione della Sinistra e membro dell’ufficio di presidenza, alla luce della prevista riduzione, a partire dalle prossime elezioni del 2015, del numero dei consiglieri regionali della Liguria, che passeranno dagli attuali 40 a 30.

La norma che sancisce la riduzione (articolo 14 del decreto legge 138), è contenuta nella manovra d’estate e mira a contenere i costi della politica. “Un sistema basato su un unico collegio regionale e un unico turno di votazione, con sbarramento al 4% – precisa Conti – Al candidato vincente saranno assegnati 18 consiglieri. Alle liste che avranno superato la soglia del 4% saranno assegnati proporzionalmente i restanti 12 seggi”.

Una nota è dedicata agli assessorati: “La giunta, come nel caso dei comuni, dovrà essere composta da 6 assessori esterni”. Di grande importanza l’introduzione di un unico collegio regionale: “Con una platea cosi ridotta, è importante che i consiglieri conoscano i problemi dell’intera Liguria e siano conosciuti su tutto il territorio regionale. Si supererebbero così le anomalie dell’attuale consiglio”.