Quantcast
Sport

Calciomercato, Genoa: non c’è solo l’asse Genova-Firenze

frey - capozucca

Genova. Nella conferenza stampa di presentazione, il nuovo portiere del Genoa, Sebastien Frey ha fatto di tutto per evitare qualsiasi riferimento al calciomercato e dribblare (lui che è un portiere) le domande sui nuovi possibili acquisti provenienti da Firenze.

“Alberto è un amico, certo che lo sentirò, ma in questo periodo ho pensato solo al mio trasferimento, le scelte di Gilardino sono di Gilardino”. Invece, il direttore Stefano Capozzucca nella conferenza stampa di ieri ha fatto di tutto per alimentare sospetti, sogni, speranza. Tutto è possibile, insomma, anche un attacco Gilardino-Cassano.

Ma se la pista su cassano si sta sgonfiando (non è in dubbio il fatto che Antonio Cassano voglia tornare a Genova, ma che il Genoa lo voglia accogliere), la pista Gilardino non sembra attenuarsi.

Il contatto tra Genoa e il ds viola Pantaleo Corvino è stato confermato dallo stesso Capozzucca. In queste ore si stanno delineando i contorni dell’incontro: si è parlato sicuramente di Karjia (ieri molto fischiato dai tifosi rossoblù), del possibile scambio con Felipe, si è fatto solo un cenno a Riccardo Montolivo e naturalmente Alberto Gilardino.

Ci sono cose però di cui tener conto: innanzitutto l’assenza di Enrico Preziosi che è via “per una meritata vacanza” come ha detto Capozucca, e poi la pista italo-brasiliana che porta ad Amauri. Insomma finché non torna Preziosi è difficile aspettarsi qualche nuovo colpo, allo stesso tempo chi non si è mosso è Amauri, che è rimasto a Torino mentre il resto della squadra è partito per il ritiro di Chiusa Pesio. Con queste mosse, nonostante la buona metà stagione giocata dal brasiliano a Parma, il valore del cartellino si abbassa. Per l’affare bisogna comprendere quanto Preziosi abbia voglia di investire sull’ingaggio.