Quantcast
Sport

Calcio, serie A, la prima giornata non si gioca: ora è ufficiale

Gradinata Marassi

La prima giornata di campionato di serie A non si giocherà. La notizia, dopo il no della Lega, è stata ufficializzata poco fa dal Presidente della Aic Tommasi.

La notizia arriva dopo gli ultimi tentativi, in extremis, di salvare il primo match. Abete aveva fissato infatti come tempo massimo per una risposta prima di procedere al rinvio ufficiale dell’inizio del torneo mezzogiorno, ma Tommasi ha comunicato poco fa che difficilmente l’ipotesi di mediazione, cioè un contratto temporaneo fino al 30 giugno 2012 verrà accettata dalla Lega.

“Non mi sembra che questa proposta incontri il gradimento dei presidenti”, ha detto Tommasi anche lui impegnato come il presidente Abete nella giornata di presentazione degli organici arbitrali a Coverciano. “Probabilmente non si vuole un accordo collettivo”, ha proseguito Tommasi, aggiungendo: “Probabilmente la nostra proposta nasceva dell’esigenza di prendere un po’ di tempo e creare gli spazi per approfondire meglio le tematiche del rapporto di lavoro. In pratica eravamo disposti a fare un passo indietro. Ci dispiace, abbiamo fatto di tutto. Questa situazione imbarazza anche noi”.

Anche il presidente dell’ Associazione italiana arbitri Marcello Nicchi dopo la decisione che non sarà disputata la prima giornata di serie A è intervenuto sulla questione: “Questa è una decisione che mi amareggia non come dirigente di calcio ma come cittadino. E’ una situazione che mi lascia tanto amaro in bocca, perché quando si arriva a certe decisioni vuol dire che la situazione è veramente preoccupante”.