Quantcast
Politica

Burlando sul decreto governativo: “Bassa la qualità del ragionamento”

burlando

Genova. Netto il giudizio di Claudio Burlando sulla giornata di fuoco che ieri il governo ha dovuto affrontare, proponendo un decreto che integra la legge finanziaria. “Un governo che fa una manovra tenuto per mano dalla Merkel e dalla Bce è un governo che non c’é più”, dice il presidente della regione Liguria “ancora una volta l’esecutivo non affronta i nodi veri”.

“Agire sulla spesa è inevitabile – aggiunge il governatore ligure – ma si continuano a fare operazioni lineari. La qualità del ragionamento è sempre più bassa. Soltanto poche settimane fa il governo parlava di ridurre le tasse e invece oggi è costretto a varare una nuova manovra per far fronte al debito più alto della storia italiana”.

“Un governo serio – dice – dovrebbe prendere decisioni nette e poi condividerne le responsabilità, perché a questo punto serve un nuovo patto con i cittadini. Si devono dimezzare i parlamentari, eliminare i livelli istituzionali che non servono, e poi occorre definire i servizi da tagliare, ma con equità e chiarezza”.