Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Borsa, nuovo crollo a Piazza Affari: Carige perde 4.92%

Più informazioni su

L’Europa corre sulla scia di Wall Street e della decisione della Federal Reserve di lasciare invariati i tassi all’attuale livello almeno fino a metà 2013. Dopo la chiusura in progresso dell’indice Dj (+3,98%), anche Tokyo (+1,05%), Shanghai (+0,91%) e Hong Kong (+2,34%) inanellano una serie di rialzi. I listini del Vecchio Continente partono in territorio positivo, sprint per Piazza Affari che però poi frena, annulla i guadagni per proseguire la seduta nel segno della volatilità. Piazza Affari fallisce un paio di volte il rimbalzo, nessuna accelerazione neanche dopo l’asta dei Bot a 12 mesi dove è stato collocato l’intero importo di 6,5 miliardi di euro a fronte di una domanda pari a 12,642 miliardi. I rendimenti scendono di 0,711 punti percentuali a 2,959%, leggermente superiori alle attese.

Neanche oggi l’altalena dei titoli a Piazza Affari sembra destinata a fermarsi. Restano sostenuti, per una seduta d’agosto, gli scambi pari a circa 1,74 miliardi di euro.

Dopo la boccata di ossigeno di ieri il comparto bancario torna a soffrire. Intesa Sanpaolo, momentaneamente in asta di volatilità, lascia sul terreno il 5,87%. Seduta da dimenticare anche per Carige che ha lasciato sul terreno il 4.92% chiudendo a 1,25, tonfo anche per Ubi banca a 2,618 (-5,56%) e per Unicredit a 1,01 euro (-5,34%). Vendite su Bpm a 1,40 euro (-3,31%), Mps cede il 4,51% a 0,4444 euro, mentre Banco Popolare perde il 4,93% a 1,138 euro. Mediobanca segna -1,77% a 5,56 euro.

Insieme alle banche si confermano deboli gli assicurativi. Generali cede l’1,73% a 11,33 euro, fa peggio Fondiaria Sai (-3,12% a 1,429 euro) dopo le indiscrezioni di stampa secondo cui la compagnia della galassia Ligresti e la controllata Milano Assicurazioni (-4,95% a 0,2555 euro) dovrebbero chiudere il primo semestre in perdita con un combined ratio intorno alla parità, ovvero, circa 100%. Sull’All Share male Saras (-2,53% a 1,115) dopo la diffusione della semestrale. Sul listino principale brilla Tod’s a 82,35 euro (+7,15%) dopo la buona performance di ieri. Sostenuti i volumi di scambio con oltre 215mila pezzi passati di mano rispetto a una media di giornata di circa 205mila. In spolvero Parmalat a 1,61 euro (+3,745), Pirelli a 5,55 (+3,16%) e Telecom a 0,852 euro (+2,34%).