Quantcast
Cronaca

Blitz delle fiamme gialle in aeroporto: sequestrati 30 chili di sigarette di contrabbando

contrabbando sigarette

Genova. 30 chili di sigarette di contrabbando sono stati scovati nel bagaglio di una passeggera moldava, poco più che trentenne, atterrata al Cristoforo Colombo via Monaco. È questa l’ultima operazione in materia di tabacchi esteri compiuta presso l’aeroporto di Genova dai militari della guardia di finanza unitamente all’Agenzia delle dogane.

Si tratta, nello specifico, di 1540 pacchetti di sigarette illecitamente importati, nascosti in due valigie e che, non essendo stati dichiarati ed eccedendo i limiti del normale quantitativo da destinarsi ad uso proprio e personale, sono stati sottoposti a sequestro.

L’importazione sventata ricorda nelle modalità, nell’origine e provenienza dei passeggeri quelle già sottoposte a sequestro non meno di due settimane fa dai finanzieri del locale aeroporto i quali, in collaborazione con i funzionari dell’Agenzia delle dogane, avevano scovato ben 120 chili di T.L.E. nelle valigie di tre cittadini dell’est, anch’essi denunciati a piede libero per contrabbando.

Elementi, questi, che conducono gli operatori ad ipotizzare l’esistenza di un unico filone investigativo legato ad una vera e propria organizzazione di contrabbando. Anche in questo specifico caso l’attività avrebbe reso migliaia di euro a fronte di un fenomeno di portata sempre più rilevante sul territorio nazionale.