Quantcast
Economia

Banca Carige resiste alla crisi: primo semestre in crescita

Giovanni Alberto Berneschi Presidente Banca Carige

Genova. E proprio nel giorno di un nuovo tonfo della borsa di Milano, i numeri resi noti da banca Carige relativi al primo semestre del 2011 presentano trend in crescita: 75,2 milioni di utile netto (+5,4% rispetto al 1° semestre 2010), 26,6 miliardi di impieghi (in crescita del 4,7% da inizio anno) e 52,6 miliardi (+3,8% in sei mesi).

La crescita ha beneficiato della ripresa del margine di interesse (+9,2%) e della positiva dinamica dei ricavi da commissioni (+5,3%).

In queste contesto di crisi le scelte attuate dal Gruppo Carige sno stante precise ed evidentemente, visti i risultati, ben indirizzate: è proseguita infatti l’azione di sostegno all’economia con l´incremento dei crediti a favore di imprese e famiglie, cresciuti rispettivamente del 6,9% e dell´1,9% nell´arco degli ultimi dodici mesi.

In questo contesto si inserisce anche l´attenzione al territorio che si lega in maniera quasi simbiotica alla fiducia che i risparmiatori conferiscono alla banca: il risparmio raccolto si attesta infatti a 52,6 miliardi, in aumento del 6,8% rispetto a giugno 2010 (6,8%).

“I dati della Relazione semestrale oggi approvata dal Consiglio di Amministrazione – sottolinea il Presidente di Banca Carige, Giovanni Berneschi – confermano l´equilibrato percorso di crescita che ha accompagnato il Gruppo anche negli anni passati. Uno sviluppo che confidiamo di proseguire pure in futuro puntando sulla nostra consolidata prossimità al territorio, su una costante attenzione ai profili di rischiosità, liquidità e solidità patrimoniale e sui recuperi di efficienza derivanti dai significativi investimenti in tecnologia che abbiamo in programma”.