Quantcast

Ancora la sanità nel mirino: per la Cisl insensato l’acquisto nuovo immobile in via Degola

sergio migliorini, segretario generale Cisl liguria

Genova. Nuova tegola per l’assessore Claudio Montaldo, nuovamente legata  ai costi della sanità, e in particolare alla compravendita di immobili.

Lo dice Sergio Migliorini, segretario generale della Cisl Liguria, riferendosi all’acquisto della sede per l’Asl 3 in via Degola, un’operazione ritenuta da Migliorini insensata. La struttura ha un valore che si aggira sui 20 milioni.

A fronte della dismissione di altri locali, proprio allo scopo di fare cassa, si fa notare come vengano acquistati altri immobili vanificando quell’operazione di riduzione dei costi dichiarata.

Nel comunicato diramato dalla Cisl si legge: “Non possiamo permettere che a fronte di interventi sporadici, di cassa, che poco hanno a che vedere con la nostra idea della sanità ligure, si aggiunga l’esborso di cifre consistenti per operazioni immobiliari e non per fornitura di servizi e di riconoscimento contrattuale ai lavoratori del settore sanitario”.