Quantcast

Accoglienza profughi, Vesco: “Plinio non perde occasione per gridare alla luna”

immigrati - profughi - sbarco

Genova. “Plinio non perde occasione per gridare alla luna”. E’ la replica dell’assessore regionale all’Immigrazione, Enrico Vesco, a margine della presentazione di Hello Frank!, la manifestazione organizzata a Lumarzo per omaggiare The Voice e le sue origini liguri.

“Il responsabile sicurezza del Pdl – ha continuato Vesco – Dovrebbe prima parlare con il suo governo che continua a lasciarsi soli nella gestione di questa emergenza. Da parte nostra, invece, proseguiremo nell’accogliere con serietà e competenza gli immigrati, rispettando i requisiti dettati dal Ministero. Un dato è certo, il metodo dell’accoglienza diffusa, al di là di un solo episodio spiacevole e criminale, sta dando buoni risultati”. L’assessore ha quindi ribadito la condanna del tentato stupro avvenuto pochi giorni fa lungo il fiume Entella che ha portato in carcere un profugo ghanese ospite del centro di accoglienza di Chiavari.
“Il gesto criminale va perseguito e punito – ha sottolineato poi Vesco – come del resto è già stato condannato dalla stessa comunità di profughi che, integrati nel tessuto locale, sono impauriti dalle conseguenze che la classica ‘mela marcia’ potrebbe arrecare”.

Quanto alla proposta dell’esponente Pdl di rendere disponibile il forte Begato per l’accoglienza profughi a Genova, Vesco è stato tranchant: “Se Plinio vuol rilanciare un’alternativa al modello Liguria, chiami pure i suoi ministri e insieme mettano in atto le nuove soluzioni, credo piuttosto che le sue siano strumentalizzazioni per ottenere le ribalte della cronaca”.

Domani la Moby Fantasy attraccherà nel porto di Voltri: altri 24 profughi si fermeranno nei centri liguri disponibili, andando ad aggiungersi ai 560 immigrati già accolti, a fronte dei 20 mila sul territorio nazionale. “Dobbiamo lavorare molto – ha commentato infine Vesco – la gestione non ha fine, gli sbarchi sono numerosi, e nei prossimi mesi altri arrivi ci metteranno in difficoltà, perché come sappiamo, la disponibilità è esaurita. E’ il motivo per cui nei giorni scorsi l’assessore Rambaudi ha lanciato un appello ai Comuni perché ci aiutino il più possibile”.