Quantcast

Abbandoni in calo del 15%, Brambilla: “Risultato ottenuto grazie a turismo ‘pet friendly’, ma il Sud è ancora indietro”

brambilla

Albissola M. Un fenomeno che, purtroppo, continua ad esistere ma che inizia ad essere in calo. I numeri infatti dicono che gli abbandoni di animali, in questa estate, sono calati del 15%, addirittura del 50% nei giorni a cavallo di Ferragosto. A far diminuire l’abbandono dei quattrozampe ha contribuito certamente anche l’apertura al turismo “pet friendly” degli operatori del settore, come conferma anche il Ministro del turismo Michela Vittoria Brambilla (ospite dello stabilimento “Bau Bau Village di Albissola): “Dopo anni di grande lavoro per il progetto ‘Turista a 4 zampe’, in Italia, è nata una vera e propria offerta turistica che soddisfa l’esigenza dei proprietari di cani e gatti ed animali domestici che non vogliono separarsi da loro in vacanza”

“Certamente questo è anche un modo per combattere gli abbandoni. Sul sito www.turistaa4zampe.it è possibile trovare gli indirizzi di migliaia di alberghi, spiagge, ristoranti, campeggi ed altre strutture dove i nostri piccoli amici sono i benvenuti” aggiunge il Ministro che sui numeri osserva: “Un segnale estremamente positivo è quello che ci arriva dai numeri delle associazioni animaliste: anche quest’anno gli abbandoni sono in calo e credo che anche le nostre campagne abbiano contribuito a raggiungere questo risultato”.

“L’abbandono è diminuito circa del 15% e a Ferragosto addirittura del 50%, ma, purtroppo, c’è ancora molta strada da fare” spiega il Ministro Michela Vittoria Brambilla che stila anche una graduatoria delle zone più “pet friendly” in Italia: “In testa alla classifica delle Regioni che si sono attrezzate per accogliere i turisti a 4 zampe ci sono quelle del Nord: Emilia Romagna, Toscana, Veneto, Liguria e Lombardia. Per quanto riguarda le spiagge fanno registrare buone performance anche le Marche e la Sardegna, mentre, purtroppo, il Mezzogiorno è indietro. Al Sud c’è una scarsa disponibilità di strutture e questo credo che sia da correggere al più presto anche perché attrezzarsi per accogliere turisti con animali al seguito migliora anche le performance del settore turistico”.

Olivia Stevanin