Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Villa Azzurra di Rapallo, Bagnasco (Pdl): ”A rischio la struttura e 115 posti di lavoro”

Rapallo. A rischio di chiusura anche Villa Azzurra a Rapallo, struttura sanitaria che in questi anni ha contribuito significativamente nel rendere un’offerta sanitaria di alta qualità. A darne notizia i consiglieri regionali del Pdl Bagnasco, Rosso, Garibaldi e Rocca che annunciano la presentazione di un interrogazione urgente.
Roberto Bagnasco, primo firmatario del documento, precisa “ siamo venuti a conoscenza del mancato rinnovo da parte della Regione della Convenzione con Villa Azzurra di Rapallo. La sospensione dei servizi sanitari erogati da questa struttura avrebbe delle conseguenze fortemente negative mentre al contrario i vantaggi relativi alla prosecuzione dell’attività sarebbero molteplici”.

Il Consigliere regionale del Pdl, anche Vice Presidente della Commissione III della Sanità della Regione ci tiene a sottolineare che la struttura, fiore all’occhiello della Sanità ligure, in questi anni ha garantito ottimi risultati “ costituendo una risposta di alto livello alle esigenze sanitarie dei liguri ma anche di moltissimo pazienti provenienti da altre regioni. Su 1873 ricoveri del 2010 quasi la metà, per la precisione 828 sono pazienti che provengono da fuori regione”.

“Inoltre a vario titolo nella struttura lavorano più di 115 dipendenti – continua Bagnasco che spiega – Villa Azzurra è sede di una sperimentazione gestionale pubblico/privata riguardante cardiopatici congeniti adulti e tale attività è svolta solo da due altri centri italiani, uno Bologna ed uno San Donato Milanese”.
L’esponente del Pdl si dice molto preoccupato e spiega: “ con l’interrogazione abbiamo chiesto di conoscere le linee di condotta dell’amministrazione regionale che in un momento come questo di particolare difficoltà, dovrebbe guardare al privato qualificato e strutturato adeguatamente come un valido sostegno a dare risposte di eccellenza a costi contenuti e definiti”.
“Vogliamo anche conoscere le motivazioni reali per cui l’ASL 4 e Regione Liguria non hanno ancora rinnovato la Convenzione rischiando di fatto di impoverire ulteriormente l’offerta sanitaria ligure privandola dell’ennesima struttura sanitaria che, funzionando a pieno regime, svolge la sua attività in un territorio che, per numeri ed esigenze, avrebbe bisogno di essere esaurientemente fornito dei servizi necessari”.

“Su questa vicenda andremo a fondo – conclude Roberto Bagnasco – ci auguriamo che la Giunta e l’azienda sanitaria chiavarese tornino sui propri passi e provvedano al più presto a rinnovare la Convenzione con Villa Azzurra”.