Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Trasporti, Grillo: “Terzo Valico dieci a uno ci siamo, sulla Tav due incognite”

Più informazioni su

Genova. Terzo Valico, “dieci a uno ci siamo”. Lo ha ribadito il presidente della Commissione Trasporti al Senato, Luigi Grillo oggi a Genova per un incontro sulla “Legge Sviluppo”.

“Entro la prossima settimana – ha spiegato Grillo – ci sarà una riunione che, prendendo atto che i tavoli tecnici hanno concluso il loro lavoro, dovrebbe formalizzare la raggiunta intesa per consentire la sottoscrizione dell’accordo integrativo e quindi il via alla ripresa dei lavori del Terzo Valico”.

Il senatore ha poi confermato che “Sia la Tav Torino-Lione, sia il Terzo Valico Genova-Milano rientrano nelle opere strategiche per il governo italiano quindi il governo farà di tutto per far partire entrambi i cantieri”. Per quanto riguarda la Tav, però, secondo il presidente della Commissione Trasporti del Senato “restano due incognite”.

“Tutti i sindaci toccati dal tracciato della Tav – osserva – sono contrari. Inoltre, il progetto rivisto sembra costare cinque miliardi di euro in più. Allora faccio due considerazioni: mi sembra impossibile fare un’opera pubblica quando tutti i sindaci sono contrari a quell’opera pubblica, mi sembra oggi difficile reperire oggi cinque miliardi in più per realizzare la Tav. Quindi ci auguriamo sia la Tav, sia il Terzo Valico partano, ma se la Tav non va avanti è ovvio che il Terzo Valico diventa un imperativo”.

Inoltre, sempre secondo il senatore “l’ingegnere Moretti dice che con un solo miliardo riuscirebbe a modernizzare la rete ferroviaria per far correre i treni da Ventimiglia a Genova a 280 chilometri l’ora. Se nascono problemi per passare da sopra con la Tav, è ovvio, saremo obbligati a passare di sotto”.