Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lettere al direttore

Terzo valico, Wwf e pendolari: “Cara classe dirigente genovese..”

Più informazioni su

Perché, invece di fare una manifestazione per chiedere di fare con soldi pubblici, cioè i Nostri soldi, di Noi cittadini, anche di quelli che non riescono ad arrivare a fine mese con il proprio stipendio, un buco da 4 miliardi di euro da Genova a …..Novi Ligure! (quindi non un collegamento con Milano, il Gottardo e l’Europa, ma solo un quarto buco!) che provocherà danni all’ambiente ed al territorio e che sarà pronto tra 20 anni…
Non fate manifestazioni per chiedere risorse ed investimenti (decine di volte più contenuti di un terzo valico) per realizzare la tranvia della Val Bisagno, che porterebbe enormi benefici alla mobilità ed alla economia di mezza città, oltre a portarne una riqualificazione ambientale e quindi anche economica?
Non fate manifestazioni perché vi siano risorse adeguate per il trasporto pubblico urbano genovese e regionale, fondamentale per la vita quotidiana di tutti i cittadini, per l’ambiente e fondamentale per il commercio e l’economia della città?
Non avete fatto nessuna manifestazione, quando sono stati cancellati da Trenitalia nel corso degli anni tutti i collegamenti ferroviari internazionali che la regione aveva con la Francia, La Germania e la Svizzera, collegamenti che portavano in modo ambientalmente sostenibile migliaia di turisti in regione ed erano quindi importantissimi per l’economia del turismo, e non fate manifestazioni perché Genova ritorni ad essere collegata internazionalmente ?
Non fate manifestazioni per chiedere risorse ed incentivi per lo sviluppo delle energie rinnovabili ed ambientamente sostenibili, che potrebbero portare nella nostra regione migliaia e migliaia di posti di lavoro locali, così come successo nel resto d’Europa e sta succedendo (finalmente) anche nel resto d’Italia?
Perché continuate a chiedere da decenni opere impattanti per l’ambiente come il terzo valico, con enormi spese dello stato, opera che porterà pochissimo lavoro per i cittadini della regione, senza pretendere serie valutazioni costi benefici?
Perché non vi siete impegnati in passato e continuate a non impegnarvi per trovare soluzioni a costi contenuti e realizzabili in tempi ragionevoli per risolvere il problema del trasferimento delle merci dai tir ai treni (che non dipendono dalla mancanza di un “terzo” valico) e della velocizzazione del trasporto ferroviario passeggeri, i 2 problemi per cui ci dite il terzo valico è un’opera fondamentale, …chiedendo interventi concreti, rapidi e molto più economici sulle sagome delle gallerie di valico attuali, il quadruplicamento dei binari tra Pavia e Milano, la velocizzazione dei deviatoi di Ronco, Arquata e Tortona oggi percorribili a soli 60 km/h, l’addolcimento dei raggi di curvatura di alcune tratte e l’utilizzo di materiale maggiormente performante, quegli interventi cioè che permetterebbero in pochissimi anni di poter contare su qualcosa di molto simile al famoso “supertreno” evocato negli anni ‘80, con percorrenze non da alta velocità ma comunque contenute in non più di 55 minuti tra Genova a Milano?
Perché, cara classe dirigente genovese, non manifestate finalmente per scelte concrete che portino benefici maggiormente sicuri per i cittadini, con investimenti oculati dei soldi dei cittadini stessi?