Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestri Ponente, tubo rotto: cessato l’allarme ma restano da chiarire le cause

Sestri Ponente. L’allarme per la rottura di una tubatura di benzina è rientrato ieri sera dopo le 21, quando anche il traffico ferroviario è stato ripristinato, dopo che il capoluogo ligure era stato a lungo spezzato in due con Sestri Ponente sorta di muro invalicabile.

Un pomeriggio da incubo quello di ieri, che ha visto al lavoro per ore i vigili del fuoco, la protezione civile, tanti volontari, forze dell’ordine e addetti del Comune. Molti i disagi per la cittadinanza, con l’evacuazione di circa 120 residenti per motivi precauzionali, poi rientrati nelle proprie abitazioni poco prima dell’ora di cena.

“Bisogna fare il punto sull’accaduto, chiarirne le cause e ogni altro aspetto, responsabilità comprese, per evitare che si possa ripetere”. Lo ha affermato ieri sera l’assessore ad Ambiente e Protezione Civile della Regione Liguria, Renata Briano, che ha partecipato al vertice in Prefettura per la rottura della tubatura della società Seapad, gestita dalla Iplom. “Credo si debba ringraziare tutti – aggiunge la Briano – per l’impegno dimostrato, che sicuramente ha impedito conseguenze ben più gravi. Il coordinamento messo in atto tra Protezione Civile, Comune, Vigili del Fuoco e volontari ha funzionato”.