Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestri Ponente, rotto tubo: rischio terminato, traffico ancora ko

Sestri Ponente. Genova spaccata in due all’altezza di Sestri Ponente: nonostante il lavoro incessante di vigili del fuoco, uomini della protezione civile e tecnici della Iplom, Sestri Ponente è isolata dal primo pomeriggio, quando la trivella di una ditta ha forato il tubo della Seapad gestito dalla Iplom che trasporta benzina al porto Petroli, causando uno sversamento di carburante pari a 2 mila metri cubi, con conseguente pericolo esalazioni ed esplosioni per cui sono state evacuate 120 persone.

Con il passare delle ore, dopo un forte rischio iniziale, la situazione, dal punto di vista della sicurezza, sta lentamente migliorando. L’evacuazione dei due palazzi è stata decisa quando i vigili del fuoco hanno cominciato a fare il travaso della benzina. La Iplom dal porto Petroli sta pompando acqua impedendo la formazione della nube infiammabile con un tappeto di schiuma, diminuendo così i rischi di espolosione. Da alcuni minuti dal tubo fallato sta uscendo acqua segno che lo sversamento di benzina è finito così come la situazione di maggiore rischio.

Secondo i vigili del fuoco “l’operazione sembra procedere positivamente, ma non possiamo riaprire al traffico la strada a causa di un grosso lago di benzina, che però abbiamo ricoperto di schiuma così da impedire il rischio esplosione”. Inoltre i vigili del fuoco di Genova stanno studiando un piano di intervento per togliere la lunga trivella della società Genova Rete Gas che ha bucato l’oleodotto che unisce il deposito Seapad di Fegino con il Porto Petroli. La trivella, infatti, è rimasta conficcata nella tubatura ed è impossibile, a causa dei vapori di benzina, accendere il camion che la comanda.

“Qualche preoccupazione c’è stata – conferma un ingegnere del Comune – grazie all’intervento dei vigili del fuoco la situazione è stata messa in fretta sotto controllo. Come Comune siamo intervenuti con i nostri volontari della Protezione Civile mettendo a disposizione, per le 120 persone evacuate, un autobus con aria condizionata. Stiamo predisponendo una scuola ma sembra che le persone potranno tornare a casa entro sera”.

La viabilità, però, non è ancora in via di miglioramento: rimangono chiuse via Bressanone e via Merano in entrambi i sensi di marcia. Chiuse in direzione ponente le strade via Puccini, via Soliman in direzione Pegli.
Terminate anche le corse della Navebus: 18.40 l’ultima da Genova a Pegli e 19.20 da Pegli a Genova, ma in considerazione dei problemi legati alla viabilità è stato prolungato il servizio Navebus di Amt. Alle 20 partirà la nave dal Porto antico in direzione Pegli che, alle 20.40, percorrerà il tragitto in senso inverso. Gli abbonati al servizio verranno avvisati via sms e il messaggio sarà riportato anche sulle paline Amt.

Per quanto riguarda la viabilità autostradale: lunghe code si sono formate sull’autostrada A10. Uscita consigliata Genova Voltri per chi viaggia in direzione Pegli. Tra Genova Sampierdarena e bivio A7 traffico intenso, rallentamenti sul tratto Ronco Scrivia e Bolzaneto per lavori. A Genova Pegli code in uscita per traffico intenso sull’Aurelia.

Dalle 16.50, è stata chiusa anche la ferrovia, tra Genova Voltri e Sestri Ponente con conseguenti disagi.