Quantcast
Economia

Scalo Royal Carribean, Lolli: “Ottimo segnale, ma crisi sui traghetti”

Ferdinando Lolli

Genova. Incremento degli scali nel porto di Genova di Royal Caribbean, con molta soddisfazione dell’ammiraglio Ferdinando Lolli, che è il nuovo presidente di Stazioni Marittime.

“In questo momento acquisire nuovi traffici è fondamentale, soprattutto visto che abbiamo una piccola flessione sui traghetti – spiega – In questa maniera forse riusciremo un po’ a compensare. Avere una società di grande rilievo come questa a Genova è fondamentale e conferma il nostro porto tra i principali scali di crociera insieme a Civitavecchia”.

Molti gli interventi effettuati presso lo scalo del capoluogo ligure per renderlo sempre più competitivo. “Abbiamo portato le banchine passeggeri a meno 10 metri di profondità e quindi in grado di ospitare qualsiasi tipo di nave – continua Lolli – ora è quasi finita la ristrutturazione del 1001 e 1002, che diventeranno una banchina di 350 metri, che verrà denominata 1012 e che potrà ospitare qualunque traffico. Guardiamo soprattutto a Royal Caribbean, che ha navi molto grosse, e a Msc, ma anche a tutti quelli che decideranno di effettuare scalo da noi. Questa, prbabilmente, sarà la banchina più lunga affiancata alla stazione marittima più bella del Mediterraneo”.

Non sono molto entusiasmanti i dati rilevati in questa prima parte di stagione in merito ai traffici. “Cerchiamo di mantenere gli stessi livelli, ma i cali sui traghetti ci sono e dipendono da più fattori esterni – conclude Lolli – il turismo in crisi in tutti i campi e ne risentiamo ovviamente anche noi”.