Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sanità, chiusura 118 Lavagna: botta e risposta consiglieri regionali Pdl-Mondello foto

Tigullio. Nel giorno in cui l’assessore Montaldo dichiara la chiusura entro settembre della centrale operativa del 118 di Lavagna, va in scena un botta e risposta a distanza tra i consiglieri regionali Pdl e l’onorevole Gabriella Mondello, accusata di “posizioni demagogiche” dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi in tema.

“L’On. Mondello dice infatti che al cittadino interessa l’arrivo tempestivo dei mezzi di soccorso – si legge in una nota dei consiglieri Pdl – Ebbene in tutti questi anni si è cercato di garantire proprio questo, grazie alla professionalità di tutti i componenti del Servizio 118 e alla ricerca della miglior qualità del servizio. Per realizzare questo si può passare solo attraverso il lavoro attento e continuamente verificato che viene svolto in Centrale Operativa dove il Medico, l’Infermiere e l’Operatore di turno devono avere, tra le altre, la conoscenza il più possibile precisa della logistica di un evento. E questa è solo una delle componenti, tutte importanti, che portano ad un risultato ottimale nella gestione di un intervento di soccorso in emergenza. Ci permettiamo di dire alla luce delle dichiarazioni dell’Onorevole che forse non ha ben presente come si svolga il lavoro in Centrale Operativa e per questo sia quindi caduta in una demagogia al rovescio” scrivono poi Bagnasco, Garibaldi, Rosso e Rocca che aggiungono “ai colleghi consiglieri regionali del territorio chiediamo invece che giustificazioni a priori di dimostrare nei fatti quale possa e debba essere il loro ruolo nell’interesse del territorio al di fuori ed al di sopra delle logiche di schieramento. Sono in questo modo il Levante ligure perderà le caratteristiche di cenerentola della nostra provincia”.

La risposta dell’onorevole Mondello non si è fatta attendere: “Se ancora oggi presso l’ospedale di Lavagna – scrive la Mondello – funziona il Pronto Soccorso credo di potermi annoverare qualche merito, con grande attenzione intendo anche seguire l’evolversi del trasferimento della centrale operativa del 118 a Genova affinché non si registrino disservizi sul territorio”.

Parlare poi di “Cenerentola” per quanto attiene la sanità del Tigullio mi sembra veramente eccessivo, l’apertura dell’ospedale di Rapallo dimostra l’esatto contrario. Si tratta di un’opera costata parecchi milioni di euro che forse avrebbe potuto essere programmata anche in modo diverso.

Da sempre non amo la polemica e – conclude la Mondello – preferisco rapportarmi con la gente che chiede delle risposte alle reali necessita derivanti dal difficile momento economico”.