Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sanità, 118 Lavagna: entro settembre via la centrale operativa, previsto potenziamento su ambulanze

Più informazioni su

Regione. “Il superamento della centrale operativa del 118 di Lavagna prenderà il via a partire da settembre e la gestione del personale avverrà secondo le regole contrattuali in confronto con il sindacato”. Lo ha detto l’assessore regionale alla salute, Claudio Montaldo quest’oggi nel corso della visita agli operatori della centrale presso l’ospedale di Lavagna che, come previsto dal documento della Giunta sulla riorganizzazione del sistema di emergenza urgenza ligure, comprenderà una centrale operativa per provincia e il superamento di quella del Tigullio.

Nel corso della visita l’assessore ha ribadito “la necessità di procedere con il superamento della centrale operativa come uno dei tanti tasselli per rispondere al taglio dei 200 milioni di risorse del fondo sanitario nazionale che non contempla l’alto numero di anziani presenti in Liguria e parallelamente ha assicurato il mantenimento delle ambulanze con un maggiore supporto infermieristico a bordo, soprattutto per le valli”.

Montaldo ha garantito inoltre che “la gestione del personale della centrale di Lavagna avverrà secondo regole contrattuali in confronto con il sindacato. Stiamo tentando di ridurre la spesa – ha detto Montaldo – per evitare di colpire i servizi assistenziali, tenendo conto che il personale non sarà toccato”.
All’incontro oltre all’assessore Montaldo erano presenti il direttore generale della ASL 4, Paolo Cavagnaro, il direttore sanitario, Gaddo Flego, Giovanni Andreoli, direttore medico del presidio ospedaliero, Filippo Arcidiacono, responsabile del 118 di Lavagna accanto agli operatori in servizio. Hanno espresso le forti preoccupazioni per conto di tutti e 18 gli operatori della centrale di Lavagna, che operano suddivisi su 6 turni. “Mi rendo conto – ha detto l’assessore – della preoccupazione di una equipe che ha sempre lavorato con grande impegno. Da parte mia posso assicurare – ha concluso Montaldo – che la loro professionalità non andrà dispersa e continuerà ad essere al servizio del 118”.