Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rotto tubo, pericolo esalazioni a Sestri Ponente: 120 persone evacuate

Più informazioni su

Sestri Ponente. Duemila metricubi di benzina bianca riversata, settanta appartamenti evacuati per un totale di circa 120 persone. E’ questo il bilancio dell’incidente avvenuto oggi pomeriggio a Sestri Ponente, tra via Bressanone e via Merano, quando una trivella di una ditta bresciana, durante un lavoro di carotaggio in una stradina trasversale rispetto a via Merano, ha bucato un tubo della Seapad gestito dalla Iplom che trasporta benzina da Busalla a Porto Petroli. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco che, con una ventina di uomini e una decina della Protezione Civile, hanno provveduto all’evacuazione prima di alcuni capannoni e poi dei palazzi immediatamente limitrofi.

A distanza di due ore la situazione dal punto di vista della messa in sicurezza sembra volta ad un graduale miglioramento, anche se il rischio esalazioni ed esplosioni ha messo subito in allerta i pompieri creando non poca preoccupazione per l’incolumità dei cittadini.

Le esalazioni della benzina sono particolarmente acri e i vigili del fuoco, che hanno disposto l’evacuazione dei palazzi di via Merano, vicino a via Bressanone, hanno parlato di “un campo di saturazione enorme, basta un innesco qualunque, una scintilla qualsiasi per innescare il pericolo di esplosione”.
Al momento però non si sarebbero verificati malori nella popolazione, anche se l’invito della Protezione Civile è di chiudere le finestre per evitare il pericolo.

L’evacuazione dei due palazzi è stata decisa quando i vigili del fuoco hanno cominciato a fare il travaso della benzina. “La Iplom dal porto Petroli sta pompando acqua – ha spiegato un vigile del fuoco – La situazione è sotto controllo, con questa bolla di schiuma s’impedisce la formazione della nube infiammabile, diminuendo così i rischi di espolosione. Ci vorrà, però, ancora qualche ora”.

Secondo le prime informazioni è probabile che per la messa in sicurezza totale, con il travaso di acqua e la chiusura della falla, serviranno ancora tre o quattro ore. Intanto le 120 persone evacuate hanno a disposizione alcuni mezzi Amt di fronte alla Coop di via Merano, ma entro sera è probabile possano fare ritorno a casa. In caso contrario Comune e Municipio hanno messo a disposizione una palestra.