Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Referendum, Ezio Chiesa: “L’acqua ora è una sfida per i comuni”

Genova. I referendum sono ormai lontani più di un mese. I loro risultati per molti versi sorprendenti sono stati ratificati dalla Corte Costituzionale. Ora però è il momento di decidere cosa sia necessario fare per l’acqua”.
Le prime proposte arrivano dal e per il levante genovese, il consigliere regionale Ezio Chiesa al convegno “Acqua: dopo il lreferendum cambiare la leggere regionale” ha dichiarato:“Acqua: una sfida per i Comuni, una legge regionale che preveda un ambito per il Tigullio lasciando ai piccoli Comuni, su base volontaria, la possibilità di gestire in modo autonomo il servizio idrico”.

Chiesa ha indicato i prossimi impegni che intende portare avanti all’interno dell’assemblea legislativa affinché, come di fatto espresso dai cittadini in occasione del referendum, l’acqua torni ad essere un bene pubblico scevro da speculazioni. Chiesa ha ripercorso quanto accaduto negli ultimi tempi a partire dalla data del 15 aprile quando la Lista Civica nel proporsi alla cittadinanza metteva al centro del dibattito il tema dell’acqua e dei referendum che si sarebbero svolti nei mesi successivi.

“Gli effetti del Referendum – avverte Chiesa – prevedono una durata di cinque anni, per questo diventa indispensabile che i sindaci dei 67 Comuni compresi nella provincia di Genova sollecitino l’ente Provincia a convocare la conferenza d’ambito affinché venga eliminato dalle bollette il 7%“.