Quantcast
Cronaca

Rapallo, depredavano slot-machine: arrestati

macchina

Rapallo. Utilizzavano uno strumento artigianale, costituito da un filo in acciaio sagomato con un’impugnatura e un’appendice ripiegata ad uncino, per rubare gli incassi delle slot-machine dei bar di Rapallo. In particolare uno dei due giocatori armeggiava in corrispondenza della finestra di erogazione dell’apparecchio, raccogliendo manciate di monete che poi passava al complice, che gli stava alle spalle controllando i movimenti all’interno del locale.

Questa tecnica, che inganna il meccanismo di erogazione delle vincite, aveva già consentito nei mesi scorsi di rubare le monete da alcune macchinette di un bar di Rapallo. In quella circostanza il titolare della ditta che gestisce gli apparecchi aveva presentato denuncia, fornendo le immagini a circuito chiuso del locale, che riprendevano i due malviventi in azione.

Martedì pomeriggio i due hanno nuovamente tentato la medesima tecnica, allarmando la ditta che gestisce le slot-machine, che ha riscontrato delle anomalie in alcuni apparecchi. I due sono stati alla fine individuati in un bar di corso Mameli, dove è intervenuta una pattuglia del Commissariato Rapallo. Così, quando il giocatore ha cercato di passare l’ennesima manciata di monete al complice, ha trovato la mano dell’agente, che lo ha bloccato e ha smascherato l’inganno.

I due ladri, due cittadini rumeni di 54 e 41 anni, sono stati trovati in possesso di oltre 200 monete da 1 euro, tutte prelevate con la stessa tecnica, nonché di due strumenti artigianali usati per lo scopo, e sono stati pertanto arrestati per tentato furto aggravato in concorso.