Quantcast
Cronaca

Rapallo, bagarre tra Comune e Regione: è scontro sulla viabilità

Rapallo. Il sopralluogo dell’assessore regionale alle Infrastrutture Raffaella Paita, che doveva essere un momento di incontro tranquillo per valutare le eventuali problematiche di viabilità ancora esistenti nella zona del casello autostradale di Rapallo, si è trasformato in un dibattito piuttosto acceso. All’incontro oltre ai membri della giunta comunale di Rapallo, erano presenti anche numerosi consiglieri comunali di opposizione.

Il sindaco Mentore Campodonico ha ribadito l’utilità delle opere effettuate. “Abbiamo avuto un effetto positivo sulla fluidità del traffico e inoltre e aumentata notevolmente la sicurezza – ha spiegato – prima avvenivano molti incidenti all’uscita del casello, ora non più. Per non parlare della riqualificazione della zona, della messa in sicurezza del Rio Savagna, dell’allargamento della strada per San Pietro e della creazione della rotatoria a Sant’Anna, che sta per essere conclusa”.

E’ seguito l’intervento dell’assessore Paita. “Sono un po’ scettica perché credo ci siano ancora problematiche da risolvere, visto che anche in questo momento il traffico è evidente – ha dichiarato – Bisogna studiare altre soluzioni di tipo ingegneristico per migliorare la viabilità. Per questo convocheremo un tavolo fra istituzioni e società autostrade”.

Qui sono iniziati i problemi, perché il primo cittadino ha iniziato a parlare degli altri interventi che sarebbero necessari per snellire il traffico, in particolare la creazione della seconda corsia in discesa in via Mameli. “Un suo collega sta ostacolando i lavori, come del resto è successo per la strettoia di San Michele, in cui è intervenuta l’assessore Fusco – ha detto – capisco il suo buon intento di oggi, ma dovreste mettervi d’accordo”.

Secca la risposta di Raffaella Paita, che dopo aver difeso i suoi colleghi, ha dichiarato: “Noi siamo venuti solo per prendere visione delle eventuali problematiche, che evidentemente, come ci avevano segnalato, ci sono ancora. Non ci si può accontentare di questi risultati che non sono risolutivi .- ha detto – se volete andare verso lo scontro istituzione, per me il sopralluogo finisce qui”.

E il sopralluogo invece è continuato, ma in un’atmosfera molto tesa, con il sindaco a l’assessore Fabio Mustorgi che hanno detto: “E’ la Regione che deve occuparsi anche di risolvere certe problematiche, perché tutto il traffico del mondo non può ricadere su Rapallo. Ma servono interventi concreti, fatti e non parole. Oggi speravamo che l’assessore si prendesse carico di risolvere anche le questioni sollevate dai suoi colleghi”.

“Credevamo che l’assessore si presentasse con risposte e invece ogni volta che qualcuno della Regione viene a Rapallo crea ostruzionismo. Noi per mesi abbiamo parlato con le autostrade e per ogni intervento abbiamo ottenuto il loro avvallo – continua Mustorgi – la Regione non si è mai interessata, neanche di opere più importanti, come il tunnel Rapallo-Santa Margherita”.

L’assessore Paita, che pur esprimendo appieno le proprie opinioni, ha mantenuto la calma, ha infine lasciato Rapallo per proseguire i suoi sopralluoghi in altre località del levante.