Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto, un altro impegno per la Pro Recco: prenderà parte alla Lega Adriatica

Recco. La Ferla Pro Recco sta preparando la prossima stagione che sarà più impegnativa ed interessante. Infatti, oltre al campionato italiano, alla Coppa Italia, alla Champions League, agli impegni dei suoi atleti con le nazionali (Europei in Olanda e Olimpiadi a Londra), c’è la novità che riguarda l’eventuale partecipazione dei biancocelesti alla Lega Adriatica.

Giuseppe Porzio, general manager della società, appresa la notizia, ha commentato: “E’ vero, siamo stati invitati, manca ancora l’ufficialità, ma posso dire che siamo onorati e disponibili. E’ una competizione di altissimo livello, è una grande opportunità per creare eventi e promuovere la vera pallanuoto spettacolo. Per la Pro Recco rappresenta anche la possibilità di fare giocare con più continuità la squadra di Coppa. Restiamo in attesa della formalizzazione dell’invito”.

Domani a Zagabria si terrà la conferenza stampa di presentazione della Lega Adriatica. La Pro Recco sarà presente con il vice presidente Eraldo Pizzo e con l’allenatore Giuseppe Porzio. In quella sede verrà quindi ufficializzata la partecipazione del team biancoceleste alla prossima edizione della Lega.

Alla vigilia della partenza per la Croazia, Porzio ribadisce: “Come già anticipato la società è onorata di aver ricevuto l’invito a partecipare. Per noi rappresenta l’opportunità di giocare più partite ad alto livello, qualità e quantità di grande pallanuoto”.

Qualcuno ti ha attribuito dichiarazioni non vere ed improprie relativamente alla necessità di partecipare a questa competizione a causa della “modestia” del campionato italiano: “Sono dichiarazioni che non mi appartengono, sarebbe stupido da parte mia affermare una cosa del genere dal momento che abbiamo vinto l’ultimo scudetto, e che soprattutto non appartiene alla Pro Recco la cultura dell’alibi. Noi abbiamo perso l’ultima partita di Eurolega, la finale contro il Partizan, per nostra incapacità e ce ne assumiamo tutte le responsabilità. Oltretutto il campionato italiano non c’entra assolutamente nulla con il rendimento della squadra di Coppa dal momento che più della metà dei giocatori non vi hanno preso parte”.

Si è persino detto che la società Pro Recco affronterà le spese di trasferta delle squadre che partecipano alla Lega Adriatica: “No, noi paghiamo, come tutte le società, un tassa di iscrizione al campionato e gli sponsor della Lega Adriatica contribuiranno attraverso gli introiti, anche dei diritti televisivi, a sostenere i costi delle squadre che vi giocano”.