Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto: il “Trofeo Bebè Misaggi” va alla Scuola Pallanuoto Levante

Genova. E’ la finale della 33° edizione del “Trofeo Bebè Misaggi”. La piscina Massa del Porticciolo di Nervi presenta un gran pubblico: pallanuotisti di tutte le generazioni anche una squadra proveniente dai Paesi Baschi, la Eibarko Urbat Waterpolo Urkotronik, a Genova per il “Torneo del Mare di Sturla”. In acqua la Scuola Pallanuoto Levante contro la Sportiva Nervi, padrone di casa, società organizzatrice.

La partita è proprio bella e di alto livello, combattuta e corretta. Vince per 14 – 8 la Scuola Pallanuoto Levante, allenata da Goran Radjenovic, in panchina anche Alessandro Cavallini. Un successo, e non solo dal punto di vista tecnico. La Scuola Pallanuoto Levante, nata nel 2008, presidente Mamo Fondelli, è il risultato della collaborazione tra Pro Recco e Rari Nantes Camogli.

Il suo scopo è di unire esperienze e risorse per promuovere la pallanuoto giovanile. Al “Misaggi” la società ha schierato una formazione composta da atleti che provengono dalle formazioni Under 17 delle due società, e in questo caso specifico, con l’aggiunta di due ragazzi della Rari Nantes Imperia. E sarebbe stato proprio felice Umberto Bebè Misaggi che di giovani pallanuotisti ne ha allenati tanti a cominciare da suo figlio, Alfio, un campione, ovviamente presente.

“Grande soddisfazione – dichiara Goran Radjenovic -, stiamo lavorando bene e questi sono i risultati. Abbiamo vinto tutte le partite del nostro girone, contro il Sori 11 – 5, contro l’Andrea Doria 22 – 0, contro il C.N. Sestri 11 – 6. In semifinale abbiamo incontrato il Bogliasco, battuto 6 – 5, e poi la Sportiva Nervi. La finale poi è stata una partita difficile. Loro sono un’ottima compagine con alcuni che giocano già in prima squadra. Sono molto contento di come i nostri ragazzi hanno affrontato la partita, nel modo giusto, concentrati e determinati. Siamo andati subito sopra e sul 4 – 1 abbiamo tenuto il vantaggio non permettendo loro di avvicinarsi, di tornare in partita”.

Un livello piuttosto alto. “Ho visto le squadre che stanno cambiando gioco – dice -. In acqua è una continua ricerca del contatto fisico, una pallanuoto che si sta avvicinando molto a quella slava, forza e velocità. C’è più qualità, nuoto e fondamentali, gioco e ricerca nell’esecuzione: la finale è stata di altissimo livello, noi abbiamo vinto e bene, ma il Nervi non è da meno”.

“Tutte bene anche le altre – afferma Radjenovic – e mi fa proprio piacere, sono convinto che se continuiamo a lavorare in questa direzione molti di questi ragazzi potranno trovare un posto in prima squadra”.

Quale miglior giocatore è stato premitao Luca Cupido, della Scuola Pallanuoto Levante. Cos’ha in più degli altri? “Praticamente tutto -. spiega l’allenatore -. Il fisico ideale, svelto, intelligente, in difesa marca il centro e sul perimetro, in attacco va a raddoppiare il centro, ha un tiro forte e piazzato, non ha solo doti fisiche ma anche mentali, un piccolo Tamas Kasas. Giocatori così? Uno ogni dieci anni”.

Insomma una grande emozione: “Sì, giocare all’aperto con la testa libera e tranquilla, Nervi, poi, ha un fascino particolare”. Nemmeno il tempo di festeggiare e la squadra è di nuovo in acqua: “Tutti i giorni, a Punta Sannt’Anna, questa settimana ci alleniamo con il Gea Milano, venerdì arriva l’Avezzano – conclude Radjenovic -, amichevoli e grigliate al chiaro di luna”.

Questa la formazione Scuola Pallanuoto Levante: Viola, Casagrande, Antonucci, Avegno, Sekulic, Cupido, Federici, Gandini, Capurro, Brasiliano, Spalenza, Rocchi, Ansaldo, Raccamaric.

La classifica finale del “Trofeo Bebè Misaggi” 2011:
1° Scuola Pallanuoto Levante
2° Sportiva Nervi
3° Rari Nantes Bogliasco
4° Rari Nantes Sori
5° C.N. Sestri
6° Sporting Club Quinto
7° Lavagna 90
8° Andrea Doria